/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

MotoE, a Misano tutta l’energia di Enel X

Le nostre tecnologie per la mobilità sostenibile protagoniste al debutto italiano del primo motomondiale interamente elettrico, dal 13 al 15 settembre

Pubblicato il: 20 SETTEMBRE, 2019

Le moto del futuro accanto a quelle della MotoGP, i campioni della velocità elettrica sulla stessa pista degli iridati della classe regina Valentino Rossi, Marc Marquez e Jorge Lorenzo. È lo spettacolo andato in scena al Misano World Circuit Marco Simoncelli, sulla riviera romagnola, in occasione della terza tappa della FIM Enel MotoE World Cup, nel weekend del 13-15 settembre, in concomitanza con il motomondiale.

Due gare di sette giri ciascuna, 12 team, 18 piloti lanciati a tutta velocità lungo i 4,2 chilometri di un circuito celebre per la difficoltà delle sue curve: la Quercia, il Tramonto, il Carro. A fare da cornice alla competizione di cui Enel X è Official Smart Charging Partner, musica e attrazioni intorno al tema della velocità a due ruote e il pubblico delle grandi occasioni: più di 158 mila spettatori sugli spalti, milioni collegati in diretta tv. Il debutto italiano della MotoE, il primo motomondiale interamente elettrico, ha mantenuto le promesse della vigilia, con sorpassi a ripetizione, colpi di scena, duelli spettacolari. Alla fine in entrambe le gare l’ha spuntata l'italiano Matteo Ferrari, della scuderia Gresini, che grazie alla doppietta è balzato in testa alla classifica generale, davanti allo spagnolo Hector Garzo, del team Tech3.

Al servizio della velocità sostenibile

Tecnologia che serve la velocità: è questo il messaggio racchiuso in #XforSpeed, hashtag ufficiale di Enel X per le competizioni di eMotorsport. Grazie alle tecnologie di Enel X entrambe le competizioni abbinano lo spettacolo della velocità alla mobilità elettrica.
In particolare, forniamo alla MotoE l'infrastruttura di ricarica JuicePump da 50 kW, la stessa che è possibile trovare sulle strade italiane attraverso l’App JuicePass. Forniamo inoltre i pannelli solari destinati ad alimentare l’e-Paddock con energia rinnovabile.

Technology that is Made in Italy

La tre giorni di Misano inizia venerdì 13 settembre, quando di buon ora i primi spettatori cominciano ad affluire per assistere alle due sessioni di prove libere di MotoE e a quelle delle altre classi del motomondiale. Nell’ePaddock fervono i preparativi in vista dell’ePole del pomeriggio che determinerà la griglia di partenza delle due gare di MotoE. La competizione – organizzata da Dorna Sports in collaborazione con il nostro Gruppo, IRTA, i MotoGP Independent Teams ed Energica – utilizza tecnologie in gran parte Made in Italy. I piloti, conferma Ilaria Vergantini, specialista di sviluppo di infrastruttura di ricarica e membro del team eMotorsport di Enel X, corrono tutti con la stessa moto Ego Corsa sviluppata da Energica, azienda italiana leader nel settore.
“Monta una batteria da 20 kWh con potenza fino a 120 kW e raggiunge i 270 km/h, accelerando da 0 a 100 in 3 secondi”. Oltre a fornire l’energia necessaria, prosegue Vergantini, Enel X “mette a disposizione dieci container ignifughi, fatti apposta per le batterie agli ioni di litio e per essere trasportati da un circuito all’altro: ognuno contiene due stazioni di ricarica JuicePump customizzate per la MotoE, in modo da poter fare il pieno di energia in circa un’ora”. Un servizio chiavi in mano completato dai trolley dotati di power bank da 5 kWh per alimentare le termocoperte delle le gomme in pit lane.

Sostenibilità fa rima con divertimento

Alle quattro del pomeriggio è tutto pronto per l'inizio dell’ePole. Uno alla volta i piloti escono dall’arco con il logo Enel X collocato all’ingresso dei box. Hanno a disposizione un solo giro veloce. Il miglior tempo è del sanmarinese Alex De Angelis, l’ospite d’onore Corporate Area per illustrare le strategie di sviluppo delle tecnologie di ricarica utilizzate nell’eMotorsport. “Non ci aspettavamo di andare così forte subito – ha commentato De Angelis – già in Austria, alla seconda gara stagionale, abbiamo fatto tempi di sette decimi migliori delle Moto 3. Queste moto hanno il pregio di coniugare velocità e sostenibilità, non tolgono nulla al divertimento. Sono certo che anche i più scettici finiranno per appassionarsi”.

“We weren’t expecting to race so fast this soon – he commented – in Austria, during the second race of the season, we had already clocked up times that were seven tenths better than Moto 3.”

formulaE

Il campionato FIA Formula E

Colmare il divario tra pista e strada dimostrando il potenziale della mobilità elettrica

Dalla pista alle strade e alle case di tutti noi

Un’esigenza, quella del cambio di passo culturale, sottolineata anche da Venturini. “Efficienza energetica, elettrificazione, significa essere più competitivi. Se riusciremo a far capire che passando da un motore a combustione interna a uno elettrico si recupera in efficienza ed economicamente ci si guadagna, avremo veramente fatto il salto di qualità”. L’AD ha quindi rimarcato la funzione di acceleratore dell’innovazione dell'eMotorsport: “Tutto quello che portiamo qui per ricaricare le moto elettriche ci serve per migliorare sempre di più i prodotti che stiamo portando nelle strade e nelle case di tutti".
È il caso delle nuove 180 stazioni di ricarica Eva+ installate in tutta Italia con 360 punti di ricarica Fast da 50 kW, che vanno ad aggiungersi a quelli Quick da 22 kW e UltraFast da 350 Kw, per un totale di 8.000 punti di ricarica, destinati a diventare 28 mila entro il 2022. “Il prossimo anno – ha concluso l’AD – lavoreremo soprattutto sulle città e sulle grandi arterie autostradali, per estendere ulteriormente la rete di ricarica a livello europeo, grazie anche a nuovi accordi di interoperabilità in corso di definizione con altri operatori per permettere di caricare l'auto con JuicePass”.

Imparare a usare la moto elettrica divertendosi

L'altro hashtag scelto per eMotorsport è #TryThisAtHome (provateci a casa): questo invito a provare nella vita quotidiana l'infrastruttura di ricarica prevista per MotoE e Formula E è stato accolto con grande entusiasmo da parte degli spettatori del GP di Misano accorsi al truck Enel X.

 

Qui lo spazio di edutainment ha offerto agli amanti della velocità l'opportunità di sperimentare in prima persona, divertendosi, quanto sia facile utilizzare i nostri innovativi punti di ricarica della gamma Juice: dal modello 3D interattivo di una città ideale che mostra il funzionamento del JuicePole, delle stazioni di ricarica JuiceLamp, JuiceBox e JuicePump all'esperienza virtuale, con un visore di Realtà Aumentata, di una giornata tipo su una moto elettrica, che prevede una sosta di ricarica.

 

L'occasione di farsi una foto in sella alla moto Energica Eva nel truck Enel X è stata un grande successo, così come gli scooter elettrici Bird, che fanno parte di un nuovo servizio di sharing offerto in partnership con Bird Rides Italy. Grande interesse anche per JuiceLink, il nostro dispositivo per la gestione intelligente della ricarica domestica che bilancia le cariche elettriche per evitare black-out e massimizzare la potenza di ricarica dei veicoli elettrici che utilizzano Juice Box.

eMotorsports Solutions

eMotorsports Solutions

Sustainable technologies at the service of speed

 

 

Clio Ceccotti di Enel X Global e-Mobility Energy Services ha spiegato che questi sistemi, integrati nella nostra tecnologia Vehicle-to-Grid, “permettono agli utenti domestici di far parte del mercato dei servizi di rete elettrica, risparmiando sui costi e accedendo a possibilità di guadagno attraverso servizi come il Demand Response, che promuove la flessibilità della rete e l'uso di fonti rinnovabili”.

Un altro passo avanti per la e-Mobility

Un’attenzione, quella per la MotoE, rafforzata dalle due gare di Misano, con continui colpi di scena e sorpassi da brivido. Fino all'epilogo, la firma del vincitore Matteo Ferrari sulla JuicePole di Enel X collocata sulla passerella che conduce al podio e la consegna, da parte del nostro amministratore delegato nella prima gara, e da parte del capo della comunicazione Stefania Ceccariglia nella seconda, del trofeo della MotoE, una “X” che riproduce il logo della nostra azienda. A rendere ancora più interessante la gara, la presenza della spagnola Maria Herrera, del Team Angel Nieto, che nelle due gare si è piazzata sesta e quinta.

“Anche il prossimo anno – ha commentato Pau Serracanta, managing director di Dorna – le gare saranno tutte in Europa, mentre dal 2021 stiamo pensando di andare anche fuori dal continente. Ci sono già promotori interessati, hanno trovato queste prime corse molto divertenti. Sta andando tutto molto bene, abbiamo tre anni di test e sviluppo davanti. Siamo sulla strada giusta, stiamo lavorando con i migliori partner possibili, a partire da Enel, per capire e imparare dalla pista”. In vista della nuova stagione, anche noi di Enel X ci siamo portati avanti con i compiti. A Misano è stata presentata la nuova JuiceRoll, l'infrastruttura di ricarica che nel prossimo motomondiale prenderà il posto delle JuicePump. “Un esemplare sarà già presente al gran premio di Valencia che a metà novembre chiuderà il primo anno della MotoE”, ha detto Vergantini. Le moto potranno essere ricaricate sia nei box, in connessione con la rete, sia in qualsiasi altra parte del circuito. 

È la prima stazione di ricarica di questo tipo mai realizzata, per una ricarica completa ci vorranno circa 30 minuti”, ha sottolineato Vergantini. L'infrastruttura ha anche un'altra particolarità: il convertitore tra l'alimentazione e la batteria è bidirezionale.

 

“Questo ci permetterà di abilitare tutta una serie di nuovi servizi, come la ricarica delle auto in sosta nei parcheggi: le persone lasciano le macchine e con il carrello della MU noi le ricarichiamo a partire dal battery to grid”.

 

Solo una delle numerose soluzioni a cui stiamo lavorando insieme a MotoE per rendere il consumo di energia sempre più efficiente, economico e sostenibile.

 

 

MotoE

FIM Enel MotoE World Cup

Un catalizzatore tra la dimensione competitiva e la quotidianità