/apps/enel-x-digital-ecosystem/templates/page-content

L’elettrificazione può fermare la crisi climatica

Più elettricità, molto meno carbone e gestione digitale per rallentare il riscaldamento globale

Pubblicato il: 24 MARZO, 2021

L’idea giusta al momento giusto

L'urgenza di una risposta al cambiamento climatico cresce di giorno in giorno: è arrivato il momento di idee come l'elettrificazione e la decarbonizzazione. Insieme alla digitalizzazione, sono i cardini fondamentali della strategia di business di Enel X. Il Gruppo Enel è leader mondiale nelle rinnovabili, con una capacità complessiva di circa 49 GW a livello globale, cifra in forte crescita e che salirà a circa 145 GW di capacità installata entro il 2030. Quando quell'energia pulita è utilizzata per alimentare un'auto, per esempio, o ventilare e illuminare un edificio per uffici, non viene emesso carbonio. Questo è il risultato a cui puntare se si vuole vincere la sfida dell'emergenza climatica.

Bisogna muoversi in fretta per rispondere alla crisi del clima

Raggiungere questa scala in fretta è vitale perché bisogna muoversi in fretta. La frequenza e il grado di disagi causati da eventi legati al riscaldamento globale, come gli incendi in Australia e in California, e gli uragani e le inondazioni in Europa, sono tutte prove della necessità di accelerare la transizione verso un futuro a emissioni zero. Il prossimo decennio vedrà sia l'energia rinnovabile che le reti digitali assumere un'importanza sempre crescente con l’aumentare dell’elettrificazione dei consumi e l'uso delle piattaforme digitali. Queste due considerazioni sono alla base della strategia di business di Enel X. L'elettrificazione dei servizi all’utente finale, dapprima in settori come i trasporti, l'edilizia e l'industria, combinata con la decarbonizzazione della generazione di elettricità, è la chiave per limitare l'aumento delle temperature a livello globale.

La necessità di sostituire i carburanti fossili

Innovation & Sustainability

Innovazione e Sostenibilità

Sviluppiamo nuove tecnologie per trasformare le imprese, le città e la qualità della vita delle persone

Ciò evidenzia due requisiti: in primo luogo, la necessità di generare elettricità da fonti rinnovabili; secondo, la necessità di utilizzarla per sostituire i combustibili fossili nei settori di utilizzo finale. Dato che il costo della generazione di energia rinnovabile è crollato di oltre il 70% dal 2010, il prezzo della transizione è in calo: alcune nazioni meno sviluppate potrebbero persino essere in grado di evitare del tutto di investire in enormi centrali elettriche, passando direttamente a un modello basato sulle rinnovabili.

Gestire la domanda in modo flessibile

Sebbene la sostituzione dei combustibili fossili per alimentare per esempio bulldozer, camion e impianti di condizionamento dell'aria implichi un aumento del consumo di elettricità - alcuni analisti suggeriscono che potrebbe persino raddoppiare entro il 2050 - un modesto aumento dell'efficienza energetica dei dispositivi che la utilizzano può fare una bella differenza sulla domanda complessiva. Anche la flessibilità nella tempistica con cui viene consumata l'energia è importante per gestire l'aumento della domanda. Prendiamo ad esempio l'energia solare ed eolica: per loro natura, sono risorse variabili. Enel X, aggregando gruppi di produttori più piccoli, anche al livello delle singole famiglie, e integrandoli con impianti di accumulo di energia di proprietà privata, incluse le batterie dei veicoli elettrici, e gestendo il tutto con sofisticati software, garantisce che  la fornitura avvenga senza intoppi e che i picchi nella domanda vengano compensati da riduzioni corrispondenti.
Flexibility Solutions

Soluzioni per la flessibilità

Trasformare l’energia da costo a opportunità

L’impegno verso l’energia rinnovabile

Come annunciato durante l'ultimo Capital Markets Day, il Gruppo Enel prevede di raddoppiare il proprio impegno nelle energie rinnovabili nei prossimi tre anni, con uno stanziamento di circa 17 miliardi di euro per investimenti sul campo, per aumentare la capacità a 68 GW nel 2023. Inoltre, stiamo progettando di mobilitare investimenti per un valore di 190 miliardi di euro nel prossimo decennio. Di questi, 160 miliardi di euro saranno investiti da noi direttamente, mentre il resto proverrà dal denaro che spendiamo per stimolare investimenti di terze parti utilizzando le nostre piattaforme per offrire servizi, prodotti e competenze.
La transizione energetica sta accelerando e questo rappresenta un'opportunità per Enel X: sottolinea la nostra attenzione alle piattaforme che stimolano i modelli di business tradizionali e creano spazio per i nuovi, generando una crescita sostenibile che crea valore per i nostri clienti, i nostri stakeholder e la società in generale. Con la crisi climatica che incombe, la crescita sostenibile è più importante che mai.