La Formula E torna in Cile, stavolta senza pit-stop

La Formula E torna in Cile, stavolta senza pit-stop

Grazie al supercharger JuicePump e alle nuove batterie dalla capacità raddoppiata, la gara non si ferma neanche per una sosta.

Pubblicato il 31 GENNAIO, 2019

Illuminazione pubblica targata Enel X

La Formula E, il primo Prix elettrico e sostenibile, è tornata a sfrecciare lungo le strade di Santiago del Cile. Dopo il successo della stagione precedente, lo scorso 26 gennaio si è infatti disputata la tappa cilena del Campionato Mondiale ABB-FIA Formula E. Molte le novità di quest’anno, a partire dalla nuova location, con un circuito allestito ad hoc presso il Parque O’Higgins, dove è stata inaugurata per l’occasione la nuova illuminazione pubblica targata Enel X. Una riqualificazione, intelligente ed efficiente, composta da 167 apparecchi LED per aree stradali e altri 132 per aree pedonali.
Illuminazione pubblica intelligente

Illuminazione pubblica intelligente

Facciamo luce sulle smart city del futuro

Enel X’s JuicePump for a Clean Race

Soluzioni eMotorsport

Soluzioni eMotorsport

Tecnologie sostenibili al servizio della velocità

Le 22 monoposto elettriche si sono sfidate lungo i 2,4 km di pista che si snodano all’interno del grande polmone verde della metropoli. Per la prima volta nella storia della competizione automobilistica a emissioni zero, infatti, i piloti hanno potuto terminare la gara con una sola carica di energia. Il merito è tutto della tecnologia di Enel X, Official Smart Charging Partner della competizione, che ha portato in gara un’edizione speciale della sua JuicePump, la “JuicePump Formula E edition”. L’infrastruttura di ricarica mobile, leggera e agile può essere trasportata con facilità da un circuito all’altro; questi supercharger sono inoltre in grado di completare la carica dei veicoli elettrici di seconda generazione in un tempo sette volte inferiore rispetto alle infrastrutture attualmente presenti all'interno del mercato cileno. Con una capacità di 80 kW e un peso inferiore ai 200 kg, JuicePump Formula E edition è la ricetta ideale per una competizione adrenalinica ed emozionante, che ha tenuto gli spettatori col fiato sospeso senza neppure un attimo di sosta.

Innovazione al servizio della velocità

L’innovativa tecnologia di ricarica rapida, sviluppata da Enel X per le particolari esigenze delle batterie utilizzate in Formula E, consente di snellire efficientemente i tempi di ricarica, ridotti a circa un’ora per un “pieno” di energia. Una vera rivoluzione se si considera come la tecnologia utilizzata precedentemente richiedesse cinque ore di tempo per raggiungere lo stesso stato di carica della batteria. La JuicePump, nella sua edizione dedicata ai veicoli elettrici cittadini, raggiunge l’80% di carica della batteria in soli 25 minuti.
L’infrastruttura di ricarica all’avanguardia non è la sola perla tecnologica di questo e-Prix. Un nuovo modello di bolide da corsa, il Gen2, ha fatto il suo debutto in Cile con una batteria dalla capacità raddoppiata e un conseguente aumento di potenza. Ma a rendere la gara ancora più emozionante ci hanno pensato altre due new entry, l’Attack Mode e il FanBoost, che hanno saputo coinvolgere, ancora di più, gli spettatori di questo e-Prix nella corsa verso il traguardo.

JuiceLamp a Santiago

Restando in tema di successi, quale momento poteva essere più adatto per presentare tutte le novità smart di casa Enel X? La rivoluzione elettrica, a Santiago del Cile, passa anche per l'illuminazione pubblica. Sempre della famiglia Juice, i lampioni intelligenti JuiceLamp sono dotati di un sistema di ricarica per veicoli elettrici e di un controllo da remoto che permette di raccogliere in tempo reale informazioni come la qualità dell’aria, le condizioni del traffico e la percentuale di luce naturale, in modo da poter regolare in maniera efficiente il proiettore secondo le effettive necessità.

Bus elettrici a emissioni zero

Trasporti pubblici elettrici

Trasporti pubblici elettrici

Mobilità a zero emissioni per città sostenibili

La Formula E appena disputata è stata senza dubbio un evento indimenticabile per il Cile, che al verbo della mobilità elettrica ha già declinato anche il suo trasporto pubblico. Proprio lo scorso dicembre, al Parque O’Higgins, sono stati inaugurati i 100 bus elettrici ora integrati nel circuito del trasporto cittadino di Santiago, con un moderno elettro-corridoio dedicato lungo l’Avenida Grecia. È il paradigma della sostenibilità, quello a cui si sta riferendo la nazione sudamericana, divenuta primo Paese in America Latina (e secondo al mondo) per numero di bus elettrici a emissioni zero. Zero, come le particelle di CO2 rilasciate in gara dalle monoposto durante questa tappa del campionato elettrico conquistata dal pilota Sam Bird. Alla prossima gara, dunque. Sempre carica, al 100%, di energia.